Il padiglione doganale spicca rispetto all’ambiente circostante per il colore rosso, lo stile prefabbricato, l’impiego della lamiera in alluminio e il particolare posizionamento (© Ralph Feiner, Malans)
Il padiglione doganale spicca rispetto all’ambiente circostante per il colore rosso, lo stile prefabbricato, l’impiego della lamiera in alluminio e il particolare posizionamento (© Ralph Feiner, Malans)

Un nuovo
formato espositivo
per la Bregaglia

Nell’edificio del padiglione, (architetto: Bruno Giacometti, 1907–2012), che continua a essere utilizzato come sala d’aspetto della fermata dell’autopostale e che è diventato un’icona architettonica, nasce la SALA VIAGGIATORI, un nuovo formato espositivo sotto la direzione del curatore Luciano Fasciati. Due volte all’anno, una vetrina a muro sarà utilizzata per mostre tematiche dedicate all’arte visiva, al design e alla cultura quotidiana attraverso il tempo e le discipline.

Un capolavoro dell’architettura dei padiglioni, che con mezzi costruttivi e architettonici semplici sprigiona espressività poetica. (© Ralph Feiner, Malans)
Un capolavoro dell’architettura dei padiglioni, che con mezzi costruttivi e architettonici semplici sprigiona espressività poetica. (© Ralph Feiner, Malans)

Edificio doganale

Via Principale 4,
7608 Castasegna

Committenza:
Direzione Dogane federali

Progettista:
Bruno Giacometti

Periodo di costruzione:
1958/59

All’uscita del villaggio, nel paese di confine di Castasegna non lontano dell’insediamento Brentan, sul finire degli anni Cinquanta Bruno Giacometti (1907–2012) realizzò, per incarico della Confederazione, una stazione doganale sotto forma di edificio solitario indipendente. Mentre gli edifici residenziali sorti nel medesimo periodo aspiravano ad allinearsi a ciò che già esisteva, la casetta doganale si metteva nettamente in evidenza rispetto all’ambiente circostante. Si presentava come un pezzo d’esposizione della più moderna architettura svizzera senza il minimo accenno a una tendenza regionale. La costruzione dal tocco delicato si afferma sicura di sé rispetto alla dogana in stile tardoclassicista sull’altro lato della strada, al cui rigore solenne il padiglione contrappone una leggerezza apparentemente frivola. L’elegante padiglione, una costruzione istituzionale in miniatura, conferisce una nota allegra al perimetro di confine. Rappresenta un territorio in cammino, che crede nel progresso e guarda al futuro, culturalmente e tecnicamente all’altezza dei tempi.

La «box» poligonale di colore rosso si erge a mo’ di segnalazione sul bordo stradale in declivio e sporge con grande effetto oltre il margine del pendio. L’edificio funge da primo esempio di costruzione prefabbricata in Bregaglia. Una piattaforma di cemento armato a vista costituisce il solido fondamento di una costruzione con intelaiatura in legno rivestita di pannelli di alluminio smaltato; in un contesto di razionalizzazione edilizia dopo la seconda guerra mondiale il metallo di produzione industriale trovò la propria strada in architettura.

Il tetto piatto – una miniversione della struttura d’acciaio ad ampio raggio, che Giacometti aveva contribuito a sviluppare come collaboratore di Karl Egender per lo stadio di Zurigo (1938/39) – viene sostenuto unicamente da quattro pilastri d’acciaio in filigrana. Sembra fluttuare sull’edificio – un effetto ulteriormente accentuato dal fregio di vetro trasparente applicato tutt’attorno. Rivestito in legno, lo spazio all’interno emana un’atmosfera di comfort puro.

Sollevata dalla sua funzione originaria l’ex stazione doganale, finemente restaurata dalla Ruinelli Associati SA, Architetti SIA, funge oggi da fermata dell’autopostale e spazio dedicato ad attività culturali.

Ludmila Seifert, Coira; da: https://52bestebauten.ch/26-fermata-dogana-castasegna

Immagine schizzo della vetrina
Immagine schizzo della vetrina

Integrato, eppure indipendente

Uno spazio espositivo all’interno della sala d’aspetto della fermata dell’autopostale Castasegna, Vecchia Dogana

La conversione dei locali in spazio espositivo rende necessario un ampliamento, comunque realizzabile molto facilmente. L’attuale teca da esposizione (esistente da Arte Castasegna 2018) viene completata con una vetrina contenitore a parete, a mo’ di armadio a muro, sul lato sud del vano. A questo scopo va rimossa l’attuale installazione ad incasso. La vetrina contenitore a parete verrà configurata in modo da essere confacente alle più diverse applicazioni ed esigenze degli oggetti esposti. Si renderà pure necessaria un’adeguata illuminazione a fini espositivi, che dovrà anche risultare idonea per l’utenza della sala d’aspetto.

Esposizioni
Le esposizioni intendono pure collegarsi a ricordi e visioni personali, tematizzare aspetti della vita quotidiana e della regione tenendo presente i punti di integrazione fra arti figurative, design e architettura – ovvero un orizzonte ampio, che abbraccia temi rilevanti anche per la Bregaglia. Nella Sala viaggiatori vengono allestite due esposizioni l’anno – una in primavera (aprile-giugno) e una in autunno (agosto-marzo) – che nel senso più ampio del termine fanno riferimento al luogo e alla Bregaglia. La Sala viaggiatori propone esposizioni, che alternano e intrecciano fra loro aspetti locali, tematiche regionali e interrogativi internazionali della cultura. Ne risulta una forma espositiva consapevole della tradizione e al contempo innovativa.

Una solida elaborazione e presentazione dei temi evita che le mostre dedicate alla cultura quotidiana scadano a semplice intrattenimento. Viene inoltre proposta un’introduzione a ciascuna mostra. La teca espositiva già esistente presenta pubblicazioni correlate al tema dell’esposizione. Queste pubblicazioni e altri libri selezionati invitano a soffermarsi sul tema.

Programma di accompagnamento
Le esposizioni possono essere accompagnate da attività concomitanti, per es. visite guidate, colloqui, tavole rotonde ecc.

Pubblicazione
Le esposizioni sono di volta in volta accompagnate da una semplice pubblicazione sotto forma di fascicolo. Le pubblicazioni servono pure a curare l’immagine del sito espositivo e conferiscono alle esposizioni una valenza, che va ben oltre la loro effettiva durata. Costituiscono pure un elemento della corporate identity del sito espositivo e quindi anche della Bregaglia.

Valore aggiunto
Il nuovo forum espositivo è da intendersi come complemento delle sedi espositive già esistenti. Le mostre saranno concepite in sintonia con la strategia di posizionamento turistico della Valle e saranno di supporto alla creazione di valore turistico locale.

Curatore
Al curatore della Sala viaggiatori compete l’attuazione operativa e di contenuto del programma annuale. Nell’ambito delle esposizioni il curatore gode di libertà di contenuto e di forma. Al contempo funge da garante per le esposizioni e i relativi contenuti.

Ente responsabile
Quale ente responsabile viene costituita un’associazione con domicilio a Castasegna. Questa forma giuridica agevola l’ottenimento del consenso in seno alla popolazione e consente una più semplice acquisizione delle risorse.

Il Comune di Bregaglia sostiene il progetto finanziariamente e con esoneri da prestazioni, Bregaglia Engadin Turismo partecipa al progetto in maniera sostanziale, La Posta e AutoPostale appoggiano il progetto idealmente e nella comunicazione.

Finanziamento
Il finanziamento va reso possibile attraverso richieste di sostegno all’ente pubblico, a fondazioni, sponsor e donatori.
Saremmo lieti di ricevere anche un vostro sostegno finanziario


Stampa

17 settembre 2022, Engadiner Post:«Zerbrechlich und zauberhaft»,Download PDF
15 settembre 2022, Hochparterre:
«Zerbrechliches im Warteraum», Download PDF
13 settembre 2022, Südostschweiz:
«In diesem Warteraum verpasst man gerne den Bus», Download PDF
8 settembre 2022, Il Grigione Italiano:«Inaugurata alla Sala Viaggiatori di Castasegna», Download PDF
Settembre 2022, Espaces Contemporains:
«Fragile, une exposition sur le verre», Download PDF
04 luglio 2022, artline: «Max. 5 Grussworte, Castasegna»,  Download
17 giugno 2022, Frida Magazin: «Hommage an die Postkarte»,  Download PDF
28 aprile 2022, Südostschweiz: «In dieser Ausstellung will man lange verweilen»,  Download PDF
21 aprile 2022, Il Grigione Italiano: «Inaugurata la Sala Viaggiatori a Castasegna»,  Download PDF
19 aprile 2022, Engadiner Post: «Ein Warteraum wird zum Ort der Kultur»,  Download PDF
04/2022, Kunstbulletin: «Notiert // Kunsträume»,  Download PDF
18 maggio 2021, Engadiner Post: «Ausstellen im Baudenkmal und Warteraum»,  Download PDF


.

Contatto

Organizzatore
SALA VIAGGIATORI
Süsswinkelgasse 25
CH-7000 Coira

mail@sala-viaggiatori.ch

Membri

Ruth Tam, Felsberg/Castasegna
Presidente, attuario
Taminserstrasse 33
CH-7012 Felsberg

Werner Ruinelli, Castasegna
Cassiere
Via Principale 12
CH-7608 Castasegna

Luciano Fasciati
Membro
Süsswinkelgasse 25
CH-7000 Coira

SALA VIAGGIATORI

L’associazione SALA VIAGGIATORI, con sede a Castasegna-Bregaglia, si propone di organizzare mostre tematiche ed eventi dedicati alle arti visive e alla cultura quotidiana attraverso il tempo e le discipline.


Sostegno

Grazie del vostro aiuto
Per poter garantire di volta in volta un’esecuzione professionale, abbiamo bisogno anche del vostro aiuto.
PostFinance IBAN: CH40 0900 0000 1569 3931 5
Vi facciamo notare che l’associazione SALA VIAGGIATORI è un’associazione esente da imposta e dunque ogni contributo può essere detratto dalle tasse.


Impressum

Responsabile dei contenuti
L’associazione SALA VIAGGIATORI
Luciano Fasciati
Süsswinkelgasse 25
CH-7000 Coira
mail@sala-viaggiatori.ch

Contatto tecnico:

Bellevue 7K